Come funziona il super bonus 110 nel 2022 - AssiAdriatica - Agenzia UnipolSai Assicurazioni Ancona
Super bonus 110 Super bonus 110
Giovedì, 24 Marzo 2022

Come funziona il super bonus 110 nel 2022

Il super bonus 110 è un’agevolazione fiscale disciplinata con il decreto Rilancio, ovvero tramite l’articolo 119 del decreto legge n.34/2020.

Questo super bonus si compone di una detrazione del 110% delle spese sostenute dal 1 Luglio 2020 per tutti gli interventi che sono stati effettuati per il miglioramento dell’efficienza energetica e per il consolidamento statico o la riduzione del rischio sismico di un edificio. Rientrano negli interventi compresi dall’agevolazione anche i lavori di installazione degli impianti fotovoltaici o l’attivazione delle infrastrutture di ricarica dei veicoli elettrici.

Nell’articolo andremo a scoprire nel dettaglio tutto ciò che riguarda il superbonus:


Che cos’è nello specifico il super bonus 110

Il superbonus 110 è quindi una ulteriore agevolazione che si affianca alle detrazioni già in corso negli ultimi anni per la riqualificazione energetica degli edifici e per il recupero di patrimoni edilizi. Tali bonus sono attualmente disciplinati dagli articoli 14 e 16 della legge 63/2013. Con la legge di bilancio 2022 100 ecobonus è stato prorogato fino al 31 dicembre 2025, secondo queste percentuali:

  • Una agevolazione del 110% per le spese che vengono sostenute entro il 31 Dicembre 2023
  • Una agevolazione del 70% le spese inerenti che vengono sostenute nell’anno 2024
  • Una agevolazione del 65% per le spese effettuate nel 2025.

Queste percentuali sono valide per i condomini e per le persone fisiche che non rientrano in attività di impresa, arte e professione e per edifici che devono essere composti almeno da due unità immobiliari fino a un massimo di 4 unità immobiliari accatastate in maniera distinta, anche qualora siano posseduti tutti da un solo proprietario oppure in comproprietà tra più persone fisiche. Gli interventi compresi nel super bonus possono essere effettuati sia sulle singole unità immobiliari, l’interno del condominio o dell’edificio, ma anche su edifici che sono oggetto di demolizione o ricostruzione.

Il bonus 110 110 viene ripartito in quattro quote annuali uguali tra loro.


Scadenza per gli interventi nelle Onlus

Le percentuali sono invece differenti per le Onlus, le organizzazioni di volontariato e le associazioni di promozione sociale, le quali però hanno scadenze simili:

  • La detrazione del 110% interesserà, fino al 31 dicembre 2022, tutti gli interventi svolti da persone fisiche sugli edifici unifamiliari, ma con la condizione che entro il 30 giugno 2022 siano già stati effettuati i lavori per almeno il 30% dell’intero progetto
  • Altra detrazione del 110% interesserà, fino al 31 dicembre 2023, gli interventi effettuati da enti Iacp, con stesse finalità sociali, relativi a immobili che siano di proprietà o gestiti per i comuni di abitazione e adibiti a residenza pubblica, ma a condizione che entro il 30 giugno 2023 siano stati eseguiti almeno il 60% dei lavori complessivi. Sotto la stessa scadenza ricadono anche le cooperative di abitazione a proprietà indivisa che abbiano effettuato interventi sugli immobili assegnati all’uso dei propri soci.

Alternative al superbonus 110

Oltre alle detrazioni comprese nel ecobonus superbonus, alternative che permettono di beneficiare del bonus possono essere attivate attraverso un contributo anticipato come sconto praticato dai fornitori dei servizi o dei beni di cui si usufruisce, o attraverso la cessione del credito pari alla detrazione che spetterebbe. Queste alternative al bonus 110 devono però essere comunicate all’Agenzia delle entrate attraverso lo specifico modello, disponibile in allegato al provvedimento 12 novembre 2021 dell’Agenzia delle entrate.


A chi interessa il superbonus

Il superbonus 110 può applicarsi agli interventi che vengono effettuati dalle seguenti entità:

  • Condomini dell’edificio
  • Persone fisiche, anche esterne all’esercizio di attività ma che possiedono l’immobile sul quale si vuole intervenire
  • Persone fisiche, anche esterne alle attività di impresa ma proprietarie o comproprietarie degli edifici, per un minimo di 2 e fino a un massimo di 4 unità immobiliari distinte
  • Istituti autonomi case popolare o altri enti regolarmente introdotti nella legislazione europea riguardo house providing su beni immobili di proprietà dell’ente o gestiti per conto dei comuni di abitazione e adibiti a residenze pubbliche
  • Cooperative di abitazione di immobili a godimento dei propri soci
  • Onlus e associazioni di volontariato o di promozione sociale
  • Associazioni e società sportive dilettantistiche, per lavori destinati a immobili o sue parti adibite a spogliatoi
  • Soggetti Ires, solamente se partecipanti alle spese di interventi trainanti svolti nelle parti comuni di edifici condominali

Quali sono gli interventi che interessano il bonus

Gli interventi principali 110 110 superbonus riguardano:

  • I casi di interventi per isolamento termico delle abitazioni
  • Casi di interventi di sostituzione degli impianti climatici invernali nelle parti in comune degli edifici
  • Casi di sostituzione degli impianti climatici invernali in edifici a unico nucleo familiare o in immobili plurifamiliari ma funzionalmente indipendenti
  • Casi di interventi di prevenzione sismica

Oltre agli interventi già specificati, nel superbonus rientrano anche interventi che vengono eseguiti assieme ad almeno uno degli interventi principali. In questo caso i lavori contemplati sono:

  • Intervento di miglioria dell’efficienza energetica
  • Intervento di installazione di impianti solari a tecnologia fotovoltaica e di sistemi di accumulo (batterie)
  • Interventi che riguardano le infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici
  • Interventi di eliminazione di eventuali barriere architettoniche (disciplinati dal 16-bis e dal Tuir)

Quali sono i vantaggi del 110 ecobonus

Le detrazioni relative al super ecobonus sono ripartite per tutti gli aventi diritto alle spese sostenute a partire da Gennaio 2022 e divise in quattro quote annuali entro i limiti di capienza dell’imposta annua relativa alla dichiarazione dei redditi.

Per quanto riguarda l’alternativa di cessione del credito, essa può essere fatta a favore di:

  • fornitori dei beni e dei servizi inerenti alla realizzazione degli interventi programmati
  • soggetti ulteriori, quali persone fisiche, società o enti
  • istituti di credito e di intermediazione finanziaria.

Approfondimenti su i 110 bonus

Ulteriori approfondimenti legali possono essere letti consultando i seguenti provvedimenti dell’Agenzia delle Entrate:

  • 1 dicembre 2021
  • 12 novembre 2021
  • 20 luglio 2021
  • 30 marzo 2021
  • 22 febbraio 2021
  • 12 ottobre 2020
  • 8 agosto 2020

E le seguenti circolari:

  • Circolare 16 del 29 novembre 2021
  • Circolare 30 del 22 dicembre 2020
  • Circolare 24 del 8 agosto 2020

Per maggiori informazioni vi consigliamo di contattarci e consultare la nostra pagina dedicata.

AssiAdriatica Srl

RUI A000426922
Agenzia Generale UnipolSai Ancona
Via Mamiani Terenzio 4
60125 Ancona (AN)
Tel.: 071 205168 - Fax: 071 202938
02518@unipolsai.it
Pec: assiadriaticasrl@legalmail.it
P.iva: 02560640423
ORARIO ESTIVO APERTURA UFFICI
Lun-Ven 08.30 - 13.00 // Pomeriggio Chiuso

UnipolSai Assicurazioni

Sede Legale e Direzione
Via Stalingrado, 45
40128 Bologna (Italia)
Tel. 051 5077111 - Fax 051 375349
www.unipolsai.it