La polizza condominio può bastare? - AssiAdriatica - Agenzia UnipolSai Assicurazioni Ancona
Polizza Condominio Polizza Condominio
Venerdì, 14 Gennaio 2022

La polizza condominio può bastare?

La casa è il bene più prezioso che l’italiano medio ha, frutto di sacrifici e anni di lavoro, eppure solo il 45% dei proprietari di un immobile lo assicura. Per il resto delle persone è sufficiente la polizza condominio. Ma può bastare davvero?

In questo articolo cercheremo di spiegarvi a che cosa servano le polizze condominiali e quanto possano tutelare il vostro immobile. Tuttavia ve lo diciamo già in anticipo: la polizza condominio non può bastare per proteggere la propria casa. Bisogna integrarla con una polizza casa così da poter dormire sonno tranquilli.

Ma non affrettiamo i tempi. Chiariamo prima alcuni concetti fondamentali.


Che cos’è l’assicurazione fabbricato condominiale?

Chiamata anche polizza globale fabbricato è un’assicurazione molto utile sia per i condomini che per chi l'amministra. Di solito è proprio quest’ultima figura a stipulare l’assicurazione stabile condominiale, previo consenso dei condomini.

Infatti non è assolutamente obbligatorio farla, ma possiamo dire che non è nemmeno conveniente esserne privi, perché gli imprevisti capitano e poi si rimane scoperti per aver risparmiato dei soldi che inevitabilmente finiranno per essere utilizzati in caso di problemi. Pertanto è vivamente consigliato averne una.


Cosa copre l’assicurazione condominiale?

Grazie ad essa vengono coperte spese relative a:

  • danni provocati allo stabile
  • danni provocati a terzi dallo stabile, come la caduta di un vaso sopra un passante.

Le assicurazioni condominiali coprono però solo i danni provocati accidentalmente, questo punto è fondamentale perché venga fornito il risarcimento. L’utilità è davvero grande in quanto sostenere certe spese tutti da soli comporta un carico molto più elevato di quanto non avviene dividendo per ogni singolo condomino. Inoltre, essendo utilizzato un criterio così chiaro ed oggettivo per calcolare quanto spetta ad ognuno, è impossibile che ci siano litigi o fraintendimenti su questo.

Ci sono inoltre delle garanzie aggiuntive che i proprietari possono inserire nel contratto:

  • danni ai pannelli fotovoltaici
  • ricerca di guasti
  • furto e rapina
  • sismi e calamità naturali
  • danni agli impianti domestici

Ovviamente quando si sceglie di inserire ulteriori garanzie nella polizza condominio, il prezzo di questa sale.


Come viene suddiviso il premio della polizza assicurativa condominiale?

Il premio dell’assicurazione del condominio si calcola tenendo conto delle dimensioni dello stesso, delle condizioni in cui versa e la zona in cui si abita. Inoltre si valutano anche quanti appartamenti sono presenti nello stabile. La quantità di denaro da pagare varia da condomino a condomino, perché viene stabilita in base alla metratura, ogni millesimo di proprietà corrisponde ad un valore.

Le assicurazioni condominio diventano più alte per quei condomini che svolgono un’attività a rischio all’interno del palazzo, in quel caso sono costretti a pagare un prezzo superiore rispetto ai millesimi che possiedono.


Si può stipulare una polizza condominio senza amministratore?

Benché la prassi sia di stipulare condominio assicurazione solo con l’amministratore, in realtà anche gli stabili che ne sono privi possono farlo. Basta che ci sia un atto scritto e votato durante l’assemblea condominiale nel quale si chiede di avere una polizza globale del prefabbricato. Tuttavia la prassi è che sia l’amministratore a firmare il contratto, dopo una delibera dell’assemblea. L’articolo 1136 c.c. stabilisce che la maggioranza dei condomini approvi tale atto.

Nel caso in cui un amministratore firmi senza che nessuno gli abbia dato il consenso ci sarà la possibilità di fare una scelta tra:

  • invalidare il contratto senza alcun costo aggiunto e poi deporre la persona.
  • ratificarlo secondo l’art 1399 c.c.

Qualora invece nel regolamento del condominio fosse obbligatorio avere tale assicurazione, allora l’amministratore non ha bisogno del consenso scritto dell’assemblea.


Chi custodisce la polizza?

Il contratto dev’essere custodito dall’amministratore stesso. Nei casi in cui si verificassero dei sinistri, sarà infatti lui a richiedere il risarcimento all’assicurazione con la denuncia che occorre inoltrare. Anche i condomini possono avere una copia dell’atto, tuttavia, non essendo loro i custodi, dovranno pagare per farla, come stabilito dagli articoli 1129 e 1130 c.c.


Qual è il costo della polizza condominio?

Non possiamo darvi una stima precisa del costo - e chi lo facesse sbaglierebbe - perché bisogna considerare alcuni fattori che determinano il prezzo:

  • i massimali che sono previsti per quest’atto.
  • la dimensione dell’edificio, numero di appartamenti da cui è composto, tipologia di zona, data in cui è stato costruito, fattori di rischio…
  • le coperture previste nel contratto

Pertanto, come si evince dalla lettura di questi fattori, è impossibile determinare a priori il prezzo. Bisogna contattare la compagnia assicurativa d’interesse e chiedere loro un preventivo, dopo aver fornito tutte le informazioni necessarie.


Perché non basta la polizza condominio per la propria casa?

Ve l’avevamo anticipato all’inizio di questo articolo: la polizza condominio non basta per tutelare al 100% il proprio immobile. Appare chiaro da tutto quanto affermato finora. Sono troppe le eventualità che rimangono senza copertura, a partire dalle terze persone che possono farsi male nell’appartamento oppure proteggere ciò che c’è dentro la casa, così come danneggiare la propria abitazione accidentalmente.

Le persone rispetto alla polizza casa si suddividono in tre gruppi:

  • quelli che la stipulano quando fanno il mutuo perché in quel momento riflettono insieme al loro consulente commerciale sulle scelte più opportune per tutelarsi
  • quelli che non la fanno fino a che non subiscono un danno
  • quelli che scelgono di non farla.

Ma la terza categoria si può trasformare nel tempo nella seconda. Infatti, secondo le statistiche la maggioranza degli italiani dopo aver subito un danno o un furto decidono di assicurare la propria casa.

Una scelta che garantisce sicurezza a chi abita la dimora domestica e permette di approcciarsi con tranquillità di fronte a qualunque inconveniente, perché dove non arriva la polizza del condominio, c’è quella della casa. Le due integrate insieme garantiscono a chi vive dentro gli immobili, di non dover mai trovarsi in difficoltà dinanzi a spese esose per i danni subiti.

La polizza condominio è ottima e sempre più viene utilizzata in tutta Italia, ma l’integrazione della polizza casa rende la scelta fatta degna di un vero proprietario di casa che anziché pensare a risparmiare il centesimo oggi, sa che domani potrebbe spenderne il triplo per non essersi sacrificato nell’immediato.

AssiAdriatica Srl

RUI A000426922
Agenzia Generale UnipolSai Ancona
Via Mamiani Terenzio 4
60125 Ancona (AN)
Tel.: 071 205168 - Fax: 071 202938
02518@unipolsai.it
Pec: assiadriaticasrl@legalmail.it
P.iva: 02560640423
ORARIO ESTIVO APERTURA UFFICI
Lun-Ven 08.30 - 13.00 // Pomeriggio Chiuso

UnipolSai Assicurazioni

Sede Legale e Direzione
Via Stalingrado, 45
40128 Bologna (Italia)
Tel. 051 5077111 - Fax 051 375349
www.unipolsai.it