Trattamento di fine rapporto Trattamento di fine rapporto
Lunedì, 21 Giugno 2021

Tfr in azienda, ecco i vantaggi della polizza UnipolSai

Il Tfr in azienda può essere indicato anche con la denominazione "Trattamento di fine rapporto" o direttamente "Trattamento fine rapporto".

In alternativa è conosciuto anche con le espressioni “Fondo tfr”, “tfr lasciato in azienda”, “tfr rimasto in azienda”. È possibile tra l’altro stabilire diverse destinazioni per il proprio tfr, che corrisponde a una somma di denaro che spetta ai lavoratori dipendenti, una volta che il loro rapporto lavorativo cessa. Oltre a queste caratteristica però sono diverse quelle che compongono un trattamento fine rapporto in azienda e tra l’altro è possibile stabilire anche una polizza assicurativa collegata al tfr, come ad esempio quella di UnipolSai, molto conveniente per diverse ragioni.


Tfr in azienda: di che cosa si tratta esattamente

Il tfr in azienda, indicato anche come “Trattamento di fine rapporto” indica un compenso che il lavoratore dipendente deve ricevere dall’azienda, quanto la sua prestazione lavorativa cessa. Il tfr è obbligatorio per i lavoratori aziendali subordinati e in più può essere richiesto indipendentemente dal motivo che ha stabilito la fine del rapporto lavorativo. Se infatti l’attività è terminata per licenziamento o perché il lavoratore ha presentato le dimissioni o anche perché ha raggiunto l’età idonea per ricevere la pensione, il dipendente ha comunque diritto a prendere il tfr.

Quest’ultimo potrebbe quindi essere considerato come una specie di salario che viene calcolato secondo una quota annuale che dipende dalla retribuzione lorda del dipendente. Per precisare, si può affermare che la cifra corrisponderà al 6,91% del salario lordo annuo del lavoratore. Un’altra caratteristica del tfr è che è possibile destinare quest’ultimo scegliendo tra diverse alternative.


Tfr: la destinazione

È possibile destinare il tfr a un Fondo Pensione o lasciandolo in azienda, ovvero trasformandolo quindi in una liquidazione o direttamente in un tfr fondi, ovvero lasciarlo presso il Fondo di Tesoreria gestito dall’INPS e quindi optare per la destinazione tfr inps. Questo vale per tutti quei lavoratori che sono stati dipendenti aziendali e la cui azienda aveva almeno 50 dipendenti.

A seconda della destinazione ci sono due differenti casi di tassazione, perché per il TFR in azienda ci sarà una tassazione separata con aliquota media relativa agli ultimi 5 anni e vi sarà una percentuale di tasse minima che corrisponde al 23%, mentre il TFR nel fondo pensione ha una tassazione che va da un minimo del 9% fino a una percentuale massima del 15%.

Se il TFR viene destinato a un Fondo Pensione, il lavoratore ha la possibilità di fare versamenti aggiuntivi e questi sono deducibili dal reddito. Può essere conveniente poi stipulare una polizza e una molto conveniente è quella di UnipolSai.


Tfr azienda: ecco la polizza UnipolSai, le caratteristiche e i suoi aspetti convenienti

La polizza di UnipolSai per il TFR è la “UnipolSai TFR Azienda”, che fa parte dei contratti collettivi e si tratta di un’assicurazione che può avere sia premi ricorrenti, sia premi unici aggiuntivi. Può essere richiesta dalla figura dell’investitore-contraente affinché il Trattamento di fine rapporto venga accantonato.

Uno dei vantaggi di questa polizza sarà la possibilità di ottenere singole posizioni, ovvero una per ogni dipendente, ma non solo. Sono presenti infatti diversi aspetti positivi che possono derivare dalla scelta di questo prodotto assicurativo.

Per individuarli, occorre prima capire il funzionamento della polizza, che presenta un piano assicurativo dalla durata minima di 5 anni e la cui scadenza viene fatta coincidere con il raggiungimento dell’età idonea per poter ottenere il pensionamento di vecchiaia, sempre se non vi è la risoluzione del rapporto lavorativo.

In alternativa, la data di scadenza può anche subire una modifica e può essere posticipata di anno in anno, fino a quando non si compiono i 75 anni. Per quanto riguarda invece i versamenti, quelli che concernono i premi ricorrenti possono essere versati seguendo varie periodicità. È possibile infatti versarli in modo semestrale, annuale, ma anche trimestrale, qudrimestrale, bimestrale oppure mensile.

Riguardo invece i versamenti aggiuntivi, questi devono essere sempre richiesti dalla figura dell’investitore, che fa anche da contraente e si possono prevedere i vari versamenti, se però prima viene stabilito un accordo direttamente con la società e di conseguenza se vengono stabilire le varie condizioni.

Oltre a queste caratteristiche, la polizza UnipolSai TFR Azienda ne presenta anche un’altra, che riguarda la rivalutazione. La somma di denaro depositata infatti subirà una rivalutazione ogni anno, in base al rendimento che viene realizzato dalla Gestione Separata Valore UnipolSai. Tale rivalutazione viene tra l’altro stabilita al netto della commissione annua trattenuta dalla Società. Si specifica inoltre che il capitale al netto delle spese viene garantito dalla Compagnia.

È anche possibile poi provvedere a una liquidazione parziale anticipata. Questa si può verificare qualora il dipendente richiedesse alla figura dell’investitore un’anticipazione, secondo le motivazioni stabilite dalla normativa in vigore e decise dall’art. 2120 c.c. In tal caso la società potrà erogare in anticipo la somma richiesta.

Oltre a queste caratteristiche che costituiscono la polizza di UnipolSai però ne sono presenti anche altre, che corrispondono a diversi aspetti positivi.


Altri aspetti positivi della polizza TFR Azienda UnipolSai

Tra gli altri aspetti positivi della polizza TFR Azienda UnipolSai ve ne sono diversi. Tra questi vi è sicuramente quello relativo alla sicurezza della scelta, in quanto il denaro che si sceglie di investire può subire solo ed esclusivamente una crescita, quindi non vi è possibilità di rischio. Tra l’altro vi sono sempre delle rivalutazioni, che vengono svolte ogni anno, come anticipato, e che dipendono dai risultati ottenuti dalla Gestione Separata. Questo significa che non sarà mai possibile ottenere una rivalutazione con un valore negativo.

Molto significativo poi un altro aspetto, che accresce la convenienza di questo prodotto UnipolSai e che si riferisce alla flessibilità: la somma di denaro infatti si può modificare, esattamente come è possibile anche apportare modifiche riguardo la periodicità dei versamenti dei premi ricorrenti. Oltre a questo, è possibile cambiare anche le varie condizioni contrattuali previste. A tutto questo poi si deve aggiungere anche il fatto che è possibile effettuare versamenti di premi unici aggiuntivi, come indicato. Anche questi infatti costituiscono un vantaggio. Si può quindi affermare che la polizza assicurativa UnipolSai TFR Azienda sia particolarmente conveniente, per via delle varie motivazioni indicate.