Welfare Aziendale Welfare Aziendale
Martedì, 04 Maggio 2021

Welfare aziendale come funziona

Il welfare aziendale consiste in un insieme di iniziative che vengono messe in atto per garantire non solo il benessere di una determinata impresa, ma anche quello dei suoi dipendenti.

La caratteristica fondamentale del meccanismo in questione che si genera dai sussidi di welfare viene indicata dagli economisti con l’espressione “win win”. Queste indicano una situazione in cui sono presenti diversi vantaggi non solo per l’azienda, per i lavoratori, per lo Stato e anche per il territorio.


Welfare cos’è: ecco le caratteristiche del welfare aziendale

Welfare aziendale cos'è? Il welfare di tipo aziendale è un insieme di beni, ma anche servizi e iniziative che l’impresa usa per cercare di sostenere il benessere dei lavoratori dipendenti. La situazione di benessere che ne deriva però permette di ottenere diversi aspetti positivi non solo a chi ha un contratto di collaborazione con l’impresa, ma anche all’impresa stessa, allo Stato e al territorio.

Tutti gli imprenditori che optano per iniziative di welfare, traggono benefici anche per la loro produttività e in più accrescerà anche la sua soddisfazione. A questo vantaggio si aggiunge anche il fattore fedeltà, in quanto un’azienda che funziona avrà anche più possibilità di attirare collaboratori molto talentuosi.

Il welfare aziendale poi permette anche ai lavoratori di ottenere sussidi e assistenza, quindi degli elementi di benessere aggiuntivo, che non potrebbero ottenere se li richiedessero singolarmente.

Persino lo Stato ottiene vantaggi dal meccanismo del welfare aziendale, in quanto quest’ultimo permette di ridurre le sue spese. Di conseguenza, l’intero territorio nazionale viene coinvolto al fine di erogare beni e servizi per il welfare.  

I sussidi erogati da questo sistema possono avere caratteristiche diverse, in quanto alcuni possono essere degli investimenti che si vanno ad aggiungere alla retribuzione fissa dei dipendenti, mentre altre possono consistere anche in agevolazioni fiscali. In alcuni casi si parla anche di “premi di risultati” che si aggiungono ai redditi che non compongono quello imponibile. Non terminano qui però le caratteristiche che compongono il welfare delle aziende.


Servizi welfare aziendale: le altre caratteristiche

I servizi di welfare e in particolare i servizi di welfare aziendale hanno anche altre caratteristiche oltre a quelle indicate. Prima di tutto, devono essere erogati a tutti i dipendenti e/o a categorie omogenee di dipendenti, ovvero a quei lavoratori che possiedono un regolare contratto con l’impresa per la quale lavorano.

Oltre a questo, il vantaggio ottenuto è sempre reciproco, sia per i datori di lavoro e l’impresa, sia per i lavoratori. La motivazione di questa catena vantaggiosa risiede della riduzione del cuneo fiscale e in più in tal modo si aumenta il potere di acquisto per i dipendenti. Tutto ciò incide anche sul miglioramento dei rapporti con l’azienda, nonché sulla conciliazione degli impegni tra famiglia e lavoro, quindi il benessere sarà totale e in diversi ambiti e categorie.

Per fare alcuni esempi di servizi di welfare che esistono, si possono indicare l'assistenza sanitaria, buoni pasto e anche la previdenza complementare, ma non terminano qui gli esempi da poter menzionare.


Iniziative welfare: ecco quelle principali

Tra le iniziative welfare aziendale vi sono diverse tipologie. Tra queste, quelle collegate all’assistenza sanitaria e anche alla già accennata previdenza complementare. Questi benefici sono stati introdotti dopo la contrattazione con le varie rappresentanze dei sindacati e ormai sono inseriti da diversi anni all’interno dei contratti nazionali di lavoro.

Le iniziative in questione sono erogate da diverse agenzie assicurative e un esempio è l’Unipolsai, che possiede 9 Fondi Pensione e 19 Casse Assistenza per sostenere questi benefits.

Esistono però anche servizi di welfare aziendale che vanno soprattutto a garantire benefici per il lavoratore e per il suo rapporto con la famiglia. Si tratta di iniziative volte proprio a rispondere ad alcune esigenze familiari, tanto che si possono suddividere in tre ambiti diversi.

Tra questi, quelli dedicati in particolare ai genitori, per aiutare loro a gestire i figli, ma anche per trovare un giusto equilibrio tra lavoro e casa, ma non solo. Si aggiungono infatti ai benefits di questo ambito anche quelli del campo specifico per i figli: si tratta di iniziative per facilitare i bimbi ad accedere ad alcune strutture sicure, selezionate e molto affidabili, come asili nido, ma anche centri estivi, residenze apposite. Possono essere comprese però nel benessere aziendale anche alcune borse di studio.

Sempre nel welfare aziendale possono essere compresi anche vantaggi come la formazione su determinati temi o approfondimenti in campi specifici. A questi però possono essere aggiunti anche le assicurazioni sanitarie integrative. Queste in particolare includono nei loro benefici dei rimborsi spese di tipo medico che talvolta possono essere estesi ai familiari.

In più nelle iniziative di welfare possono esserci anche delle convenzioni presso alcuni studi medici oppure la possibilità di svolgere dei controlli sullo stato di salute proprio o dei propri familiari oppure vi è anche la possibilità di donare il sangue come volontari. Sono tantissimi quindi i tipi di servizi di welfare aziendale che si possono menzionare e con il passare degli anni il loro numero è aumentato, fino a diventare ormai abbastanza esteso. Addirittura ci sono alcune imprese che scelgono persino vantaggi come quelli riguardanti il pagamento di spese per lo sport, per buoni libri per i figli, per le palestre. Insomma, è presente un ventaglio molto aperto di iniziative. Come indicato, gli aspetti positivi sono davvero molto importanti, in quanto coinvolgono non solo i lavoratori, ma anche l’intero funzionamento aziendale. I dipendenti saranno favoriti non solo perché ottengono i benefici indicati, ma si sentiranno anche più valorizzati sul lavoro. Numerosi studi infatti hanno anche dimostrato che le imprese che hanno modo di scegliere iniziative di welfare, avranno dipendenti più motivati e in più vedranno anche scendere il numero di assenze sul lavoro durante l’anno. L’attività lavorativa quindi sarà migliore, cosa che andrà a incidere sulla produttività dell’azienda, la quale ne trarrà beneficio e di conseguenza anche lo Stato potrà avere conseguenze benefiche, così come anche gli enti locali coinvolti per il welfare aziendale, presenti nello stesso territorio.

Si può quindi affermare che le iniziative welfare siano di fondamentale importanza, proprio perché innescano la situazione win-win. 

Noi di Assiadratica presentiamo numerose opportunità di integrare il welfare del contratto nazionale del lavoro, offrendo anche una consulenza  per aderire ai piani più idonei per la Tua Azienda, contattaci per avere maggiori informazioni.