RC Auto RC Auto
Venerdì, 09 Ottobre 2020

RC auto, estesa la garanzia alla circolazione nelle aree private

Quando si parla di Rc Auto si indica la polizza assicurativa obbligatoria che prevede la presenza del contratto stipulato tra privato e agenzia assicurativa.

Poiché il premio assicurativo può variare sensibilmente a causa di differenti fattori, dal 2 luglio 2020 il Governo ha stabilito un modello base che permette al contraente di distinguere le clausole minime che devono essere presenti nell’RC Auto, da quelle accessorie. Le prime sono quelle utili per adempiere gli obblighi previsti dalla legge, mentre le altre sono facoltative. In questo modo, grazie al modello base, i consumatori privati sono in grado di orientarsi meglio nella scelta dell’offerta più conveniente da affrontare. Ad essere cambiato però è anche un altro importante fattore: ora è stata estesa la garanzia alla circolazione nelle aree private. Di conseguenza, in caso di incidente all’interno di un’area privata, vale la copertura assicurativa.


Rc Auto: la garanzia anche per le aree private

In data 16 giugno 2020 è stato approvato il Decreto 54/2000 e questo ha portato diversi cambiamenti nel campo delle assicurazioni r.c. auto. Il primo è il fatto che il Governo ha stabilito un modello di base per aiutare i cittadini a distinguere tra clausole obbligatorie, quelle aggiuntive, quelle limitative, al fine di facilitare la scelta di un’idonea assicurazione rc auto, che sia adatta a quello che l’utente sta cercando, nonché alla cifra che può fronteggiare. Il secondo cambiamento, non meno importante, riguarda l’estensione della garanzia anche alle aree private. In effetti per anni la polizza rc auto garantiva la copertura economica dei danni causati da un sinistro avvenuto su strade pubbliche oppure su quelle “equiparate ad uso pubblico”. Questo significa che se anche fosse avvenuto all’interno di aree ad accesso privato, il numero di veicoli a motore che vi poteva transitare non doveva essere limitato. Al contrario, ora l’estensione permette di usufruire del premio assicurativo anche nel caso di aree destinato ad esclusivo uso privato.

In realtà, il “mercato” aveva già di fatto superato la definizione della copertura assicurativa su strade pubbliche, permettendone l’estensione anche alle aree non soggette a passaggio indiscriminato. Per anni infatti c’è stato il dubbio riguardo la copertura rc auto assicurazioni per un eventuale incidente avvenuto in aree condominiali private. Quello che la Legge aveva chiarito erano solamente le situazioni di sinistri avvenuti in cortili privati con accesso ai fornitori di un esercizio commerciale, oppure nei luoghi per l’accesso ad un distributore di benzina, nell’area di un parcheggio privato non recintato o con accesso pubblico. In tutti questi casi le assicurazioni rc auto provvedevano al pagamento dei danni. Ora la giurisprudenza comunitaria prevede l’obbligo di rc auto assicurazione indipendentemente dal tipo di accessibilità della strada. Questo non è l’unico cambiamento avvenuto con il Decreto, anche perché, come accennato, è stato indicato un modello base per permettere al contraente di valutare i prezzi del premio, scegliendo l’offerta migliore tra quelle indicate dalle varie rca auto assicurazione.


Rc assicurazione auto: gli altri cambiamenti

La polizza r c auto può avere clausole differenti, elementi che permettono ai premi di variare anche in modo notevole. Ai fini di orientare al meglio i consumatori, tutelandoli nella scelta delle diverse polizze assicurative presenti sul mercato, il Governo ha stabilito uno schema contrattuale di base, che obbliga la compagnia assicurativa a distinguere:

  • le clausole necessarie per adempiere gli obblighi previsti dalla legge, particolare dall’art. 122 del Codice delle Assicurazioni.
  • Le clausole limitative che possono ridurre il premio
  • Le clausole aggiuntive che ogni agenzia di assicurazioni può proporre al contraente
  • Le clausole di ampliamento che aumentano il premio

Tra le prime ci sono l’oggetto del contratto, che dovrà riguardare l’indicazione della copertura della garanzia di polizza rca auto sia su strade pubbliche, sia su quelle private. Tra le clausole necessarie però ci devono anche essere le esclusioni, quindi elementi che non possono essere coperte dall’assicurazione, nonché deve essere indicata la rivalsa. Altro punto deve essere dedicato alle conseguenze che si verificherebbero nel caso il contraente rilasciasse dichiarazioni false e reticenti. Ulteriore elemento che deve comparire tra le clausole necessarie sono le condizioni di aggravamento riguardanti il rischio assicurativo, condizioni che devono essere comunicate obbligatoriamente all’assicurazione, poi l’estensione territoriale della polizza. Nel contratto infatti dovrà essere indicato che questa è valida non solo in Italia, ma anche in tutta Europa, nonché anche in quelle nazioni che non sono escluse dalla Carta Verde.

Tra le condizioni necessarie ci sono però anche la durata e la decorrenza della polizza, le conseguenze in caso il veicolo venisse venduto, l’attestazione dello stato di rischio, la denuncia di sinistro che dovrà essere obbligatoriamente compilata tramite modulo autorizzato dall’IVASS. A questo si devono aggiungere anche la gestione delle controversie, il Bonus malus, per il quale ogni agenzia assicurativa ne regola le varie condizioni.

Tra le clausole limitative, che possono ridurre il premio, vi può essere la “guida esperta”, clausola per contraenti che superano una certa soglia di età, oppure la “guida esclusiva”, che si verifica quando solo il contraente guida la vettura, quindi in caso di sinistro causato da alta persona alla guida, la copertura assicurativa non ci sarà.

Per quanto riguarda le clausole aggiuntive invece possono esserci delle condizioni, che possono variare da una compagnia assicurativa all’altra, che possono vari cambiare il prezzo dell’indennizzo. Tra le cause di ampliamento possono esserci invece limitazioni alle esclusioni e alle rivalse, aumento dei massimali, danni causati da rimorchio. Ogni singola condizione dovrà quindi essere specificata con tutti i relativi dettagli nel modello da presentare al contraente, in modo che egli avrò chiara la situazione relativa alla futura spesa, nonché quella relativa alla copertura della garanzia della polizza assicurativa. I cambiamenti appena descritti, insieme a quelli relativi all’estensione dell’rc auto nelle aree private sono di notevole importanza e facilitano il contraente nella scelta della polizza giusta, ma soprattutto lo agevolano per la sua copertura. Si ricorda quanto sia importante la stipula di una rc auto per la propria sicurezza, ma anche quella delle persone a bordo, nonché per la protezione del veicolo stesso e anche per la maggiore sicurezza economica che un’assicurazione può aiutare a mantenere.


Richiedi un preventivo rc auto

Il nostro staff sarà ben lieto di accoglierti in una delle nostre sedi unipolsai nella provincia di Ancona e formulare il miglior preventivo rc auto.

AssiAdriatica è la la più grande agenzia UnipolSai del centro Italia. Tante esperienze e professionalità a disposizione delle esigenze del cliente.